Main Content

Il sistema fiscale svizzero

Prima del 1848 la Svizzera era una confederazione di cantoni, ossia un unione di più stati sovrani. In quell’epoca i cantoni erano indipendenti sia sul piano legale che economico. Essi potevano decidere autonomamente quali imposte prelevare e avevano a disposizione la totalità degli introiti fiscali. In questo modo i cantoni prelevavano, per esempio, le tasse doganali e i pedaggi, oltre anche ad un imposta sul reddito delle persone fisiche.

Questo sistema è stato profondamente modificato dopo la fondazione dello stato federale svizzero nel 1848. Da allora solo la Confederazione ha diritto di prelevare delle tasse doganali. I cantoni hanno dovuto cercare altre fonti di introiti fiscali. I Cantoni da allora hanno imposto in particolare la sostanza e il reddito delle persone fisiche. Oggi, la Svizzera è uno stato federale composto da 26 cantoni e semi-cantoni.

Nel modello federalista elvetico i cantoni (ovvero gli Stati membri) godono di grande autonomia e possono decidere liberamente su molti temi. Non è quindi la Confederazione che comanda ai cantoni quello che possono o non possono fare.

In Svizzera si contano circa 2'300 comuni.

In Svizzera le imposte vengono prelevate a tre livelli: Confederazione, cantoni e comuni.

  • La Costituzione federale regola chiaramente le imposte che può prelevare la Confederazione.
  • La Costituzione federale definisce anche le imposte che i cantoni non hanno diritto di prelevare, benché di principio i cantoni possono decidere autonomamente quali imposte prelevare.
  • Ognuno dei 26 cantoni ha la propria legge fiscale e impone in maniera diversa il reddito, la sostanza, le successioni, gli utili in capitale e immobiliari così come altri oggetti d’imposta.
  • Anche i comuni prelevano delle imposte. Le leggi fiscali cantonali definiscono quali imposte possono venire prelevate dai comuni. Spesso i comuni prelevano le loro imposte sotto forma di supplemento alle imposte cantonali (moltiplicatore comunale) oppure ricevono una parte dell’imposta percepita dal cantone.

La Confederazione, i cantoni ed i comuni non dovrebbero tuttavia interferire l’un l’altro per quanto riguarda la riscossione delle imposte. Lo scopo è di trovare un equilibrio e non di caricare eccessivamente i contribuenti con le imposte federali, cantonali e comunali.

Oltre alla particolarità svizzera di prelevare le imposte sia da Confederazione che Cantoni e comuni, il sistema fiscale svizzero si caratterizza anche per il fatto che è il cittadino stesso a decidere quali sono le imposte che devono essere prelevate. Lo Stato infatti non può imporre altro che le imposte che sono previste nella Costituzione e nelle leggi. Tutte le modifiche costituzionali a livello federale e cantonale sono sempre oggetto di votazione popolare (referendum obbligatorio).

Nella maggior parte dei cantoni le modifiche legislative sottostanno a referendum facoltativo, ciò significa che è possibile votare una modifica legislativa, ma non è obbligatorio farlo. In alcuni cantoni, in caso di modifiche legislative, vi è l’obbligo di referendum. Nella maggior parte dei casi, il popolo è chiamato a pronunciarsi sulla determinazione dei tassi, delle aliquote e dei coefficienti d’imposta.